Velasmooth Trattamento Velasmooth: Cos'è?

velasmooth - Velasmooth

Velasmooth per contrastare la cellulite

Il trattamento Velasmooth è una new entry nel panorama dell’estetica e della cura di sé. Sfruttando la tecnologia Elos promette di ridurre o di eliminare, a seconda dei casi e del grado di evoluzione dell’inestetismo, la tanta odiata cellulite, acerrima nemica di tutte le donne. Questo rivoluzionario trattamento è anche in grado di migliorare le lassità cutanee e di ridurre, come conseguenza diretta di tutto ciò, anche la circonferenza delle cosce.

L’azione combinata di quattro fonti di energia

Il trattamento Velasmooth si avvale di quattro fonti di energia diverse per rimodellare il corpo e agire in maniera localizzata sugli anestetismi che sono spesso causa d’insicurezza e di mancanza di autostima: sfrutta, cioè, la luce a infrarossi, la radiofrequenza bipolare, il massaggio meccanico e l’aspirazione vacuum. Una combinazione di energie potentissima, che nel mondo dei trattamenti estetici non ha assolutamente eguali e che garantisce risultati immediatamente visibili e, soprattutto, duraturi e non solo momentanei.

I rulli di questo dispositivo medico d’ultima generazione, che per quanto riguarda il territorio di Roma è in uso presso il centro estetico di Simona Stallone, sono appositamente progettati per esercitare una doppia funzione: lisciare e manipolare la pelle facendo in modo, attraverso l’energia di cui si avvale, che il metabolismo subisca una significativa accelerata e che le cavità adipose vengano ridimensionate. La combinazione di energie sfruttata da Velasmooth produce una fonte di calore che scioglie i cuscinetti di grasso e riattiva, di conseguenza, la circolazione, agendo in maniera profonda e merita.

  • Nuova compattezza ai tessuti trattati con Velasmooth

Il trattamento Velasmooth si caratterizza per un’ulteriore peculiarità. La radiofrequenza bipolare ha infatti il merito di esercitare un’azione profonda all’interno del derma, stimolando la produzione di collagene e ripristinando, così facendo, il tono e la compattezza dei tessuti trattati con questo dispositivo medico.
Un trattamento che vale la pena provare dunque, non fosse altro per capire che la cellulite è un nemico che, checché se ne dica, può essere sconfitto e debellato. A patto, ovviamente, che ci si affidi alle mani sapienti di un professionista del settore, come appunto Simona Stallone, e ad apparecchiature evolute e innovative che facciano effettivamente ciò che promettono.

Vulvovaginite in Gravidanza Come evitarla?

  • Posted Ott 02 2018
  • By Staff
  • In
Vulvovaginite in gravidanza

La vulvovaginite, conosciuta anche come vaginosi batterica, è un problema che può colpire le donne nel corso della loro vita e che generalmente si risolve con una cura adeguata. Essa, però, può colpire anche durante la gravidanza e questo fatto potrebbe comportare anche gravi conseguenze, infatti fa aumentare l’ipotesi di parto prematuro, mettendo a rischio l’incolumità sia del bambino che della madre.

Precauzioni per evitare la vulvovaginite in gravidanza

Come abbiamo visto, il rischio di parto prematuro è piuttosto alto nei casi in cui la donna sviluppi  la vulvovaginite in gravidanza. Diventa quindi di fondamentale importanza adottare delle precauzioni, per evitare di contrarre questa brutta infezione acarico dell’apparato genitale femminile, soprattutto nei casi in cui la donna si trovi in uno stato interessante, questo per evitare seri rischi sulla salute sia del bambino che della mamma.

vulvovaginite e gravidanzaSebbene la presenza di batteri cosiddetti “buoni” per la salute femminile in quelle determinate zone è scientificamente provata, il problema potrebbe subentrare nel momento in cui viene a mancare l’equilibrio tra loro, sfociando appunto in un’infezione.
Un campanello d’allarme potrebbe essere un cattivo odore proveniente dai genitali, il quale sarebbe sintomo di un’infezione in corso. Per verificare l’esistenza di questo problema è sufficiente sottoporsi a un test, per controllare l’eventuale presenza in eccesso di un batterio: la Gardnerella Vaginalis.

L’esame in questione è il cosiddetto fish-test, anche noto come sniff-test. La vulvovaginite quindi non è un’infezione causata dall’ingresso di germi esterni nel corpo femminile, come accade generalmente, ma da uno squilibrio, che si verifica per la formazione di un eccesso di Gardnerella Vaginalis, già presente all’interno dell’apparato genitale femminile.

Una delle cause accertate dalla scienza è la variazione dell’acidità presente nella vagina. Quando il PH sale, sia assiste quindi a un possibile aumento di Gardnerella, che di solito è presente in piccola quantità.
L’importanza quindi di mantenere il giusto PH è fondamentale per evitare di sviluppare la vulvovaginite. Durante la gravidanza è necessario misurare regolarmente questo valore, assicurandosi che non salga. Il PH vaginale infatti deve essere sempre inferiore a 4,5, perché il suo aumento può comportare il rischio di aborto, di parto prematuro e anche di un peso particolarmente basso del bambino, al di sotto dei 2,5 kg.
Questo rischio deriva sia dall’aumento di Gardnerella Vaginalis, sia dalla diminuzione dei Lattobacilli, importanti nel contrasto delle infezioni. L’insieme dei due fattori potrebbe infatti provocare una lesione delle membrane amniotiche, con conseguente rottura.

Come si Cura?

Nei casi in cui invece sia troppo tardi e si sia già riscontrata la presenza della vulvovaginite, allora si dovrà ricorrere a una cura di antibiotici e di farmaci adatti a riequilibrare l’ecosistema vaginale.

Come Togliere le Smagliature Bianche sul Sedere?

Come Togliere le Smagliature Bianche sul Sedere

Come togliere le smagliature bianche sul sedere?

smagliature sedereLe smagliature bianche sui glutei sono delle lacerazioni della pelle che formano delle anestetiche striature sulla pelle. La loro formazione è determinata dalla rottura delle fibre di collagene ed elastina della cute, che in un primo momento si manifestano con un coloro rosso per poi diventare bianche in un secondo momento soprattutto se non trattate.

Quest’ultima colorazione si deve all’atrofizzazione del derma, che diventa fibroso e con il passare del tempo tende a cicatrizzarsi. Durante tale processo, il sangue non circola nella zona colpita, la pelle diventa sottile, si crea un solco e si trasforma in una cicatrice bianca. Una volta giunta allo stadio finale, per eliminare le smagliature o attenuarle è necessario un intervento di medicina estetica.

Cause smagliature bianche sui glutei

Molto comuni nelle donne, le smagliature bianche dei glutei possono colpire anche gli uomini, soprattutto durante la pubertà. In genere, le lacerazione della pelle che portano alla formazione delle smagliature bianche sono dovute principalmente alla distensione meccanica della cute e dall’eccessiva produzione-somministrazione di cortisonici.

Cause quest’ultime generate a loro volta provocate da diversi motivi, che possono essere legati a loro volta a malattie genetiche ereditarie o patologie endocrine surrenali, che portano un aumento di ormoni corticosteroidi nel sangue, nemici dell’elasticità della pelle.

La gravidanza porta a variazioni ormonali che incidono sulla formazione dell’inestetismo, così come drastici dimagrimenti o aumenti di peso, squilibri ormonali, menopausa, cattive abitudini che incidono sulla salute della pelle.

Come prevenire le smagliature bianche?

Un regime alimentare sano e bilanciato abbinato ad una costante attività aerobica e anaerobica sono importanti per prevenire la comparsa delle smagliature bianche. Diete personalizzate e ben ideate per bruciare i grassi gradualmente sono fondamentali per chi vuole dimagrire ed evitare inestetismi della pelle. Mentre per aumentare la massa muscolare senza alterare l’elasticità della pelle, è consigliabile non eccedere con gli allenamenti.

Consigli per togliere le smagliature ai glutei

Una volta comparse le smagliature sui glutei se sono ancora nella fase infiammatoria e sono di colore bianche delle lozioni idratanti e dei trattamenti estetici possono essere efficaci per attenuarle e cercare di non farle diventare un problema serio. Per togliere le smagliature bianche dal sedere esistono diversi trattamenti estetici, come il laser, il peeling chimico, la radiofrequenza, la microdermoabrasione o i massaggi.

La terapia laser consente di ricostruire il pigmento e la struttura delle cute dopo la rottura ed eliminare dopo diverse sedute le smagliature in modo definitivo se il problema non è particolarmente grave. L’esfoliazione aiuta le cellule cutanei a rigenerarsi ed evitare lacerazioni. I massaggi dei glutei contribuiscono a migliorare la circolazione del sangue, ossigenare i tessuti e debellare e prevenire la creazione delle smagliature. I trattamenti di microdermoabrasione, eliminando gli strati superiori della pelle danneggiati, possono contribuire a rendere meno visibili i segni delle cicatrici bianche.

Come Eliminare le Smagliature Bianche? Smagliature Bianche: Cause e Prevenzione

come eliminare le smagliature bianche

Le smagliature bianche rappresentano un problema molto diffuso nel mondo femminile, ma anche in quello maschile. Questi inestetismi si riconoscono ad occhio nudo, infatti si presentano come delle linee di colore rosso che una volta cicatrizzate diventano bianche.

Nel momento in cui si riscontra la loro presenza sulle gambe, sui glutei o su altre parti del corpo, è molto importante agire subito, quando esse sono ancora rossastre, ossia prima di diventare delle vere e proprie cicatrici. Infatti, eliminare le smagliature bianche non è affatto un’operazione semplice, ma comunque non impossibile. Per eliminarle bisogna innanzitutto armarsi di pazienza e poi dei prodotti giusti, nei casi più disperati invece, si dovrà ricorrere ad altri trattamenti professionali più mirati al raggiungimento dello scopo.

Esse generalmente sono la conseguenza di una scarsa elasticità della pelle, associata a un repentino aumento di peso,come ad esempio durante una gravidanza, o a un altrettanto rapido dimagrimento. Un aspetto molto importante quindi è quello di prendersi cura della propria pelle, idratandola quotidianamente con creme o lozioni dedicate a tale scopo e mantenendola elastica in modo da prevenire la formazione di questi inestetismi.

Creme oli essenziali per eliminare le smagliature bianche

La prevenzione, come abbiamo visto, è la condizione ideale per evitare il problema del tutto, ma nel caso in cui purtroppo si riscontrasse già la presenza di smagliature sul sedere, ad esempio, allora si dovrà intervenire con una cura apposita per eliminarle.

In commercio esistono molteplici prodotti in grado di contrastare o migliorare questo problema, come oli, creme e anche ingredienti naturali. Generalmente uno degli elementi principali utilizzati nella lotta contro le smagliature è l’acido glicolico. Esso viene consigliato sia per le sue proprietà idratanti, che per quelle leviganti, particolarmente indicate per la pelle colpita da questo inestetismo.

Anche le creme e le lozioni a base di bava di lumaca sono adatte, in quanto la presenza di questo ingrediente serve a contrastare le cicatrici e a migliorarne l’aspetto. Inoltre il burro di karitèl’olio di rosa mosquetal’olio di cocco e di semi di lino, sono tutti elementi essenziali per la produzione del collagene e con grandi proprietà idratanti.

Laser e infiltrazioni

I trattamenti mirati contro le smagliature bianche, come il laser, nella maggior parte dei casi, possono rappresentare l’unica soluzione possibile per sbarazzarsene definitivamente. Il laser frazionato (o laser CO2) ha la capacità di rimuovere a poco a poco parti di smagliature, fino a ridurle drasticamente o a farle sparire del tutto. Le infiltrazioni di acido ialuronico o di collagene invece, generalmente vengono effettuate tra una seduta e l’altra di laser e sono indicate per migliorare l’aspetto della pelle.

Creme Antismagliature Le Migliori Creme Antismagliature

creme antismagliature

Si allargano come ramificazioni su cosce, ventre e seni, sono i segni implacabili che gravidanze e aumenti di peso lasciano sulla nostra pelle come tatuaggi, ma non sono altrettanto belli a vedersi. La buona notizia è che si possono prevenire e curare con le creme antismagliature.

Come posso prevenire le smagliature?

Gli specialisti della pelle ci dicono che le smagliature non sempre si possono prevenire, ma insistono sul fatto che rimanere idratati, mantenere il peso forma e mangiare cibi ricchi di vitamina C, vitamina D, vitamina E e zinco aiuta parecchio. Sottolineano che la nostra pelle è più suscettibile alle smagliature quando è asciutta e disidratata, oppure si tende perché aumentiamo rapidamente di peso.

In questi casi, è utile aiutare la pelle che si “espande” con creme a base di burro di cacao, karité e burro di jojoba, vitamina A e vitamina E. Le creme così composte, aumentano l’elasticità necessaria alla pelle che affronta delle modifiche.

Inoltre, per evitare che le smagliature esistenti peggiorino, è fondamentale la protezione solare, soprattutto se le smagliature sono nuove e rosee. I raggi solari possono produrre in questi casi, infiammazioni, facendole diventare più prominenti.

Come posso rimediare alle smagliature?

Dermatologi ed estetisti esperti possono garantire che esistono una serie di soluzioni professionali per curare le smagliature, che siano il segno degli anni che passano, il ricordo delle gravidanze o il risultato di una dieta. Anche quando si tratta di scegliere la migliore crema antismagliature occorre affidarsi agli esperti.

Le smagliature fresche possono essere trattate con i laser, ma quando le strisce che attraversano la tua pelle sono molto vecchie e di colore scuro puoi prendere in considerazione l’uso di una crema schiarente, per alleggerirle e tonificare la cute. I prodotti da casa possono dimostrarsi davvero efficaci nel minimizzare l’aspetto delle smagliature.

crema anti smagliature

Ma quali sono i prodotti migliori? Gli ingredienti curativi, che non devono mai mancare nei prodotti efficaci per il trattamento delle smagliature, sono l’acido ialuronico e ingredienti stimolanti come il collagene. Questi composti riescono a migliorare la struttura della pelle e, nel tempo, aiutano a sbiadire le odiate strie atrofiche.

I migliori trattamenti per prevenire e ridurre le smagliature

  • Mederma Stretch Marks Therapy : è una delle migliori creme antismagliature. La sua formula, priva di parabeni, è studiata per trattenere l’umidità nei tessuti epidermici e preservarne l’elasticità. Prodotto naturale a base di estratti vegetali e acido ialuronico può essere utilizzata, oltre che in gravidanza, anche durante l’allattamento.
  • Body Merry crema Stretch: è una crema adatta quando vuoi risultati rapidi, agisce infatti velocemente sulle smagliature facendole sbiadire. A base di ingredienti delicati e naturali è una crema ricca che agisce in profondità.
  • Bio Oil: si usa come una crema idratante e facilita lo stretching della pelle prima e dopo la gravidanza, ma, dopo la doccia è un elisir benefico per tutta la vita.
  • Burt’s Bees Mama Bee Belly Butter: è una crema antismagliature dalla formulazione semplice e senza profumi. Contiene ingredienti lenitivi e nutrienti come burro di cacao, burro di jojoba e karitè.

Ottime ed efficaci sono anche le formulazioni proposte dagli show room di Prénatal.