Tatuaggi Coprenti A cosa servono i tatuaggi coprenti?

tatuaggi coprenti
26
Set 2018

Può capitare nella vita di volersi far tatuare un disegno, un simbolo o una scritta per celebrare un momento importante. Per definizione, un tatuaggio è qualcosa di definitivo. Ciò non toglie, però, che qualche tempo dopo possano intervenire altri motivi per cui si desideri invece cancellare quel vecchio disegno.

Esiste una soluzione? La risposta è sì.

  • Coprire un vecchio tatuaggio

La prima soluzione per rimuovere un vecchio tatuaggio consiste nell’eliminazione al laser. Questa operazione comporta dei costi e il risultato finale potrebbe non sempre essere soddisfacente, nel senso che comunque un leggero residuo sulla pelle rimane. L’alternativa sono i tatuaggi cover-up, o tatuaggi coprenti.

Come fa intuire lo stesso nome, un tatuaggio coprente non elimina il vecchio ma lo sovrascrive, creando qualcosa di completamente nuovo e diverso. Per eseguire questo tipo di lavoro è necessario rivolgersi ad un professionista qualificato, perché riuscire a coprire in modo naturale il disegno preesistente, senza che si noti l’intervento successivo, non è sempre facile.

Perché farsi un tatuaggio coprente?

tatuaggio cover upIl motivo principale per cui le persone desiderano avere un tatuaggio coprente è la rimozione di un ricordo. Spesso il tatuaggio viene fatto per un motivo ben preciso. Ad esempio, spesso ci si fa tatuare il nome del proprio fidanzato o della propria fidanzata. Può capitare però che la coppia si rompa, e che quindi il tatuaggio diventi solo un doloroso fardello.

L’altro motivo potrebbe essere semplicemente il tempo. Ci sono tatuaggi che con il tempo sbiadiscono e diventano brutti, oppure che non sembrano più adeguati per la porzione di pelle su cui sono stati eseguiti.

Vedi anche  Creme Coprenti

Come si esegue un tatuaggio coprente?

La prima cosa che farà il tatuatore sarà studiare con attenzione il tatuaggio preesistente. Un tatuaggio, infatti, può avere molte forme: raffigurare qualcosa, essere una scritta, essere un simbolo tribale. Con i tatuaggi di piccole dimensioni, ovviamente, l’intervento risulterà più facile, ma non si deve disperare nemmeno con quelli più grandi. L’abilità del tatuatore è proprio quella di creare una linea che sovrascriva completamente il segno precedente, dando vita a qualcosa di nuovo e completamente diverso da quello che c’era prima.
Chi osservasse il tatuaggio coprente non potrebbe mai capire che in precedenza c’era qualcos’altro sotto. Le modalità di esecuzione non differiscono in seguito da quelle che vengono adottate per fare un tatuaggio ex novo. Molto più importante è la fase preliminare di studio: infatti bisogna concordare il soggetto con cura, perché la possibilità di scelta quando si realizza un tatuaggio coprente, ovviamente, è molto più ristretta di quando si fa un tatuaggio per la prima volta.

ABOUT THE AUTHOR

Staff