Skin care coreana Impariamo la tecnica del layering

fbe3d7eb8b03bc330bb31ec4e6e2acce - Skin care coreana
16
Mag 2018

In oriente, longevità e bellezza sono doni provenienti da un corretto stile di vita, meditazione e dieta sana. Ma parliamoci chiaro: le ragazze orientali hanno piccoli grandi segreti per una pelle sana, sempre luminosa e liscia, e senza imperfezioni. Di cosa si tratta? Di un vero e proprio rituale, da seguire a casa propria, ma soprattutto da richiedere anche in centro estetico, per una coccola detox e per offrire alla propria pelle un boost di energia..

Il layering è una tecnica coreana con la quale le donne coreane, da secoli, trattano la propria pelle del volto al mattino e alla sera. Si compone di una sovrapposizione di molti prodotti, tutti assolutamente biologici o con un ottimo INCI. Ma quali e quanti sono i passaggi della skin care coreana? Vediamone insieme gli step più importanti, fondamentali per essere al top.

4531caa6cb8f9dc6d224ef77a2b6ef4b 300x182 - Skin care coreana

Fonte Foto: https://it.pinterest.com/pin/391531761327268364/

FASE 1- Detersione

Che il viso sia truccato o meno, è sempre importante iniziare la skin care coreana notturna, con una profonda detersione, che strucchi il viso ma che lo liberi anche da smog, inquinamento, eccesso di sebo e spore, che durante il giorno possono depositarsi sulla pelle.

Si inizia quindi trattando la pelle con uno struccante oleoso, meglio ancora se naturale al 100%. I migliori? L’olio di cocco, quello di jojoba o karitè. Si applicano direttamente sulla pelle leggermente umida, massaggiando per rimuovere a fondo lo sporco e ogni tipo di make up.

La fase b che appartiene allo step 1, consiglia l’utilizzo di uno struccante a risciacquo, più o meno schiumoso. La schiuma infatti, coi suoi tensioattivi, aiuta e rimuovere in profondità ogni traccia di trucco, ma anche creme e particelle fini, che entrano nei pori della pelle.

Vedi anche  Vulvovaginite in Gravidanza

FASE 2- Tonificazione e preparazione

Dopo aver ben deterso il viso, e aver asciugato la pelle con un panno caldo, è il momento di passare allo step 2: preparare la pelle per ricevere tutti i prodotti che si andranno a spalmare. Prima di tutto, la fase due prevede l’uso di un buon tonico: un prodotto che rende subito la pelle più compatta. Si applica su un batuffolo di cotone o su di un dischetto, e poi si procede a tamponarlo su tutto il viso.

Il secondo passaggio, in questa fase, è facoltativo ma molto consigliato. Si tratta infatti di applicare un’acqua floreale profumata, sulla pelle del viso, del collo e del decoltè. Questo non ha solo una valenza cosmetica, ma anche emotiva. Infatti, in oriente mente e corpo non sono mai divisi, e per questo si vuole evocare, attraverso l’uso dell’aromaterapia, un sentimento di calma e di pace di sera, viceversa energia ed equilibrio al mattino. Via libera quindi ad acqua di rose o di gelsomino prima di andare a dormire, ma anche a tonici a base di fiori d’arancio e limone, al mattino.

Il terzo step prevede una buona preparazione dell’epidermide alla ricezione dei prodotti. Si applica quindi un siero alla vitamina C, amica della pelle per eccellenza. Ne esistono anche di naturali al 100%: questa vitamina è presente naturalmente in tutti gli agrumi.

 

1f2e7c6a583ff1ce658c36b3eb033aaf 300x169 - Skin care coreana

Fonte Foto: https://it.pinterest.com/pin/762726886866237320/

 

FASE 3- Maschere e trattamenti

Il terzo step è davvero essenziale per ottenere buoni risultati nella skin care coreana: bisogna quindi osservare bene la propria pelle, e comprenderne caratteristiche e necessità.

Se la pelle è grassa e impura, si consiglia di scegliere un trattamento a base di argilla verde o carbone: esistono ottime maschere, da richiedere anche in centro estetiche. Questi trattamenti sono uno dei trend di quest’anno: una volta asciutti infatti, cambiano colore da nero a grigio, fino al bianco. Una maschera per la pelle grassa si lava via con una spugnetta naturale, imbevuta in acqua calda.

Vedi anche  Tutti i benefici dell'argilla

Chi invece presenta una pelle secca, matura o delicata, deve assolutamente provare le famose maschere in tessuto coreane: un altro grande trend dell’anno. Se ne trovano per tutti i gusti e le esigenze, colorate e non, e promettono tutte grandi benefici. Ce ne sono alla rosa, dal potere idratante, oppure alle perle o aloe, per un effetto glow assicurato.

Questa fase è quella in cui si può anche ricorrere a rimedi casalinghi e maschere fai da te: la più amata dalle ragazze coreane è quella a base di  latte di riso fermentato.

FASE 4- La crema

Lo step numero 4 è quello definitivo, nel quale si applicano sul viso tutti i trattamenti e le creme, dall’antirughe al contorno occhi, a seconda del proprio tipo di pelle e del momento della giornata in cui ci si trova: giorno oppure sera.

Il giusto criterio con cui seguire le regole del layering coreano,è passare dal prodotto più leggero a quello più ricco, applicandoli con un leggero massaggio dei polpastrelli, con gesti molto delicati e senza maltrattare il viso, anche se in rapida sequenza.

Il primo è sicuramente il siero, una leggerissima emulsione che prepara la pelle alla crema, e la leviga. In seguito, subito dopo, si indossa la propria crema, e che può essere acquistata tendendo conto degli obbiettivi da raggiungere per la propria pelle, o magari potrà anche essere personalizzata, inserendo qualche goccia di vitamine o degli oli essenziali. E’ importante prendersi cura del contorno occhi poi, con un trattamento specifico in stick o in gel dalla consistenza ricca, ideale per drenare borse e gonfiori.

Lo step finale prevede la scelta di un gel perfezionante per punti neri, imperfezioni o macchie.

Vedi anche  Tutto sul make up labbra

eaf7a5e220954e4cd03cdb38de9514cb - Skin care coreana

Fonte Foto: https://it.pinterest.com/pin/391531761327268364/