Il trattamento olistico racchiude in se una serie di massaggi e terapie naturali che coinvolgono la persona nella sua interezza. Non soltanto massaggi del corpo per il benessere fisico, ma trattamenti che coinvolgono a livello emotivomentale e spirituale, in grado di ripristinare l’equilibrio energetico dell’organismo. Questo tipo di trattamento nasce una cinquantina di anni fa negli Stati Uniti d’America e successivamente è sbarcato anche nel nostro continente.

Benefici del massaggio olistico

massaggio olisticoEssendo un trattamento che coinvolge il paziente sia a livello fisico che mentale, i benefici sono veramente tanti. La prima a trarne vantaggio è la circolazione sanguigna e quella linfatica, con conseguenze molto importanti per i tessuti che riescono ad ossigenarsi in maniera più adeguata e ad eliminare le tossine presenti nell’organismo.

Attraverso che diverse tecniche di massaggio si noterà una regolarizzazione della respirazione, cosa che porterà benefici a livello proprio dei muscoli, con un rilassamento di eventuali contratture o tensioni muscolari.

Notevoli anche i benefici a livello estetico ed emotivo. Per quanto attiene i primi, il massaggio olistico aiuta a sciogliere gli accumuli adiposi e a combattere la cellulite, inoltre rende la pelle più tonica e morbida. Dal punto di vista emotivo, oltre a influire sull’umore, migliorandolo notevolmente, aumenta l’autostima e la conoscenza di se.

Come funziona il trattamento olistico?

Quando si parla di trattamento olistico occorre sapere che non siamo di fronte ad un trattamento standard identico per ogni persona ma, di un trattamento che viene adattato in base alle specifiche esigenze di ogni soggetto. Verranno fatte quindi delle valutazioni in modo da sapere in quale direzione muoversi e scegliere il tipo di massaggio e/o terapie naturali da eseguire.

Attraverso il contatto tattile, il massaggiatore, che oltre a conoscere i vari tipi di massaggi dovrà avere ottime conoscenze sull’anatomia umana, esegue una cosiddetta comunicazione sensibile attraverso la quale riconosce i messaggi che il corpo manda come risposta al contatto stesso.

Toccando un corpo, si mettono in movimento non solo i recettori nervosi e sensoriali, ma anche la circolazione linfatica e sanguigna, e il tessuto muscolare. Un bravo massaggiatore saprà quindi riconoscere le risposte del corpo a quel massaggio e variare se del caso l’intensità dello stesso, la velocità e la sua direzione.

Come si svolge il massaggio olistico?

Il paziente viene fatto sdraiare su un lettino e il massaggiatore inizierà a valutare il corpo. Dopo aver analizzato la pelle, andrà alla ricerca di eventuali gonfiori e rigidità muscolari attraverso la palpazione. Con altre manovre, valuterà la mobilità delle articolazioni. Il secondo passaggio consiste nello sfiorare il corpo partendo dal viso, passando per le spalle e arrivando fino ai piedi.

Il massaggio vero e proprio inizierà con delle manovre di riflessologia e di stimolazione dei cosiddetti “punti meridiani“, che andranno ad alternarsi con altre manovre di compressione e drenaggio.

Queste manovre svolgeranno la loro azione sia a livello fisico (drenando i tessuti), sia a livello energetico con la stimolazione del flusso energetico che passa attraverso i punti meridiani.
Terminata questa prima fase si conclude con un massaggio che inizia con sfioramenti profondi, per poi proseguire con un’intensità ridotta, fino ad arrivare ad uno sfioramento delicato della pelle.